Adobe Lightroom e la fotografia in bianco e nero

Guide Adobe Lightroom e la fotografia in bianco e nero

Il bianco e nero è l’origine della fotografia. Nel 1839, infatti, la prima macchina fotografica non era in grado di catturare i colori sulla pellicola.

Oggi però, grazie alle nuove tecnologie in continuo aggiornamento, abbiamo la possibilità di scegliere tra uno scatto a colori e uno che ne è privo.

Anche i software di ritocco fotografico sono progrediti nel tempo, nello specifico, quello di cui parleremo in questo articolo è Lightroom. Un programma sviluppato da Adobe, creato per aiutare fotografi professionisti nel gestire il processo di post-produzione. Offre strumenti semplici e veloci per ritoccare i vostri progetti.

Ebbene sì, realizzare una foto in bianco e nero non è così semplice. Il B/W è un intero universo da esplorare. Per realizzare uno scatto occorre prima pensarlo, difatti i fotografi (nella maggior parte dei casi) quando scattano immaginano già la foto finale in bianco e nero. Solo nella fase di post-produzione, editano la foto come l’avevano immaginata.

La gestione delle luci, del contrasto, dell’intensità dei colori cambia totalmente nella trasformazione della foto originale in bianco e nero.

Henri Cartier-Bresson, Sebastião Salgado, Ferdinando Scianna, Robert Capa, Ansel Adams sono solo alcuni dei grandi maestri fotografi che hanno fatto del bianco e nero la loro arte.

Quindi se sei un amante delle foto in bianco e nero o semplicemente vuoi capire come realizzare un B/W in modo corretto, il tutorial di Gary Randall, premiato fotografo professionista americano, ti fornirà dei preziosi consigli!

Elena Maggiulli
Nata nel 1992 a Roma. Lavora come Fotografa e Social Media Manager ed è laureata in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione di impresa. La sua grande passione è la fotografia di ritratto.

Rispondi

Consigliati dalla redazione

Popolari