Come impugnare la fotocamera correttamente

Guide Impariamo a fotografare Come impugnare la fotocamera correttamente

La fotocamera, sia essa una compatta, una reflex top di gamma o la più leggera delle mirrorless, ha un suo modo di essere impugnata. Una corretta impugnatura della fotocamera ci permette non solo di riuscire a raggiungere più facilmente tutti i tasti (in particolare sulle reflex high-end, piene di tasti sull’anteriore) ma soprattutto di stabilizzare la fotocamera, permettendoci di scattare foto evitando fenomeni di mosso e micromosso.

Come impugnare la fotocamera?

Innanzitutto, la cosa più importante è che la fotocamera, qualunque essa sia, va utilizzata con due mani, mai con una sola: la mano destra andrà ad impugnare il grip sul quale è posto il pulsante di scatto, mentre la mano sinistra l’obiettivo.

Un errore molto comune sulla postura della mano sinistra risiede nel posizionare la mano lateralmente rispetto all’obiettivo, invece che al di sotto dello stesso, provocando    vibrazioni indesiderate. Esempio in foto:

Il modo corretto di posizionare la mano sinistra è quello di collocarla al di sotto dell’obbiettivo, con il palmo che tocca appena la parte inferiore del corpo macchina, come mostrato in foto:

In questo modo, riuscirete ad aumentare il feeling con i controlli della fotocamera, studiata per essere impugnata in una certa maniera. E, cosa non meno importante, potrete utilizzare tempi di scatto leggermente più lunghi senza incappare in sgradevoli effetti di micromosso, potendo in questo modo abbassare gli ISO a favore della qualità d’immagine.

Gianluca Tomasello
Classe '99, fin da piccolissimo si dimostra un grandissimo appassionato del cinema. Nel 2014 scopre la passione della fotografia ereditata dal nonno, così come ereditata è stata la sua prima macchina fotografica a pellicola. Nel tempo unisce le passioni per la fotografia e per il cinema, affinando sempre di più la sua tecnica in ambito videomaking.

Rispondi

Consigliati dalla redazione

Popolari