DJI Osmo Action, la nuova GoPro Killer

News DJI Osmo Action, la nuova GoPro Killer

È stata da poco presentata e resa disponibile sul mercato la nuova GoPro Killer: la DJI Osmo Action. Una Action cam dotata di doppio schermo a colori, una stabilizzazione ottima e una registrazione in 4K a 60 FPS.

Hardware

La principale caratteristica che salta all’occhio è la lente circolare al posto di quella quadrata di casa GoPro. L’ottica in questione presenta una protezione con attacco a vite che può essere rimossa per andare a montare eventuali filtri ND. Di fianco alla lente si trova uno schermino secondario che, a differenza di GoPro Hero 7, è a colori.
Questo permetterà all’utente di vedersi durante dei selfie o delle riprese. Purtroppo questo schermo secondario non è touch, di conseguenza, per fare ricorso alle impostazioni si dovrà effettuare uno switch sullo schermo primario.

Sulla scocca di DJI Osmo Action troviamo tre tasti funzione. I due pulsanti in alto servono ad avviare il video o la foto e a spegnere e accendere lo schermo tramite una breve pressione del pulsante. Il terzo pulsante che si trova sulla parte laterale, serve per cambiare modalità di scatto. Questo pulsante si chiama Quick Setting ed è un pulsante programmabile a piacimento dell’utente. Poco sotto di esso è presente uno sportellino che nasconde e protegge il connettore USB-C dedicato alla ricarica ed al trasferimento dati, e lo slot micro SD.osmo acion

Lo sportellino di alloggiamento della batteria è parte integrante della stessa che si estrae grazie all’uso di una levetta e di un pulsante di rilascio batteria. Questa batteria presenta una guarnizione che non permette infiltrazioni di acqua e polvere. Di fatto questa action cam è impermeabile fino a 11m di profondità, ma se si volesse andare oltre basta usare la custodia dedicata. Da menzionare l’ottima resistenza al freddo, infatti riesce tranquillamente a sopportare temperature fino a -10°.

L’action cam di casa DJI permette riprese in 4k a 60fps con bitrate di 100mbps (rispetto ai 78Mbps di GoPro Hero 7), presenta inoltre la funzione RockSteady che permette un’ottima stabilizzazione elettronica. Il software, attraverso un algoritmo che legge il giroscopio, la bussola e l’accelerometro, cerca di “prevedere” i movimenti della camera andando a croppare l’immagine e andandoli ad attutire. Si crea così una ripresa decisamente morbida e fluida. RockSteady permette buona stabilizzazione con movimenti meno frequenti come una corsa, ma quando si tratta di movimenti più frequenti come una corsa in bici ecco che questa fantastica stabilizzazione comincia ad avere qualche pecca. In confronto, GoPro Hero 7 riesce a offrire una migliore stabilizzazione in questo secondo aspetto.

DJI Osmo Action ci permette di registrare un super slow motion a 8x a ben 240 FPS in 1080p. C’è da considerare anche la funzione HDR per video che offre una gamma di colori e di luce migliore rispetto a un video normale. In questa maniera potremmo avere un dettaglio dei colori e della luce nettamente migliori che renderanno il tutto molto piacevole. La distorsione in video si nota molto meno sulla Osmo Action rispetto alla Hero 7.

Comportamento in scarsa luminosità

L’Osmo Action sicuramente offre dei buoni video, ma quando si tratta di scarsa luminosità incomincia ad avere un rumore molto consistente. Rumore poco piacevole che, a differenza di Gopro Hero 7 è eccessivo. GoPro infatti gestisce meglio il rumore in queste condizioni, ma che fa perdere anche diversi dettagli. Osmo Action infatti ha un’immagine più dettagliata e piacevole in ogni caso.

Interfaccia

In basso, partendo da sinistra, troviamo: Modalità di scatto, risoluzione/framerate, tempi di scatto e iso. In alto troviamo invece: minutaggio rimanente della scheda SD e l’indicatore della batteria e se è attiva o meno la funzione RockSteady. Con uno scorrimento dall’alto verso il basso troviamo il menù dei quick tools da dove possiamo accedere a delle funzioni come: una funzione personalizzabile, la gestione luminosità dello schermo, il blocco schermo on/off, le impostazioni, l’auto rotazione dello schermo on/off, misurazione spot on/off, Voice control on/off e tipo di visualizzazione dello schermo frontale. Possiamo quindi decidere se attivare alcune funzioni in maniera molto semplice e intuitiva.

Con lo scorrimento da sinistra verso destra invece accediamo alla galleria. Facendo uno swipe nella direzione opposta entriamo in un altro menu di gestione impostazioni video e scatto. Molto interessante la funzione D-Cinelike che ci permette di avere un profilo colore più flat in modo da poi agire in post produzione. La funzione Dewarp invece limita la distorsione della lente grandangolare di questa action cam. Andando a premere il pulsante quick switch accederemo al menu con impostazioni personalizzate dove potremo selezionare la modalità desiderata in maniera molto semplice e veloce.

Autonomia

Parlando di autonomia, la batteria della DJI Osmo Action permette una durata di 80 minuti con registrazione continua in 4K a 60 FPS, di 90 minuti se la qualità è in 4K a 30 FPS, e di 120 minuti se si registra in 1080p.

Quella che ha lanciato DJI è un’action cam che punta fin da subito alla qualità, alla robustezza e anche al prezzo. Di fatti parliamo di 379 € che per una action cam dotata di queste features è veramente ottimo. Da DJI ci si aspetta sicuramente una migliore ottimizzazione, come la gestione del rumore e qualche funzione in più sull’app dedicata DJI, ma, come già affermato parliamo di un ottimo prodotto che non teme la concorrenza e che volge a migliorare.

[amazon_link asins=’B07RJMK2GV,B07KVV1W5S,B07GSVDFTQ,B07GT7Q2Q2,B07547TWLT,B07DN4JF4B,B0742YCX3M,B07B3ZKDR7′ template=’ProductCarousel’ store=’shotlight0f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’189e7857-286d-4407-a81d-e64bb1c2d26a’]

SourceHD Blog
Andrea Zucchiatti
Ciao! Mi chiamo Andrea e mi piace il mondo della fotografia, specialmente quella di ritratto, ma mi sto appassionando pure a quella di paesaggio, di minimal e di street.

Rispondi

Consigliati dalla redazione

Popolari