Fuji GFX100: la 102 megapixel di Fujifilm

News Fuji GFX100: la 102 megapixel di Fujifilm

È stata da poco annunciata la nuova medio formato di  Fuji, una mirrorless con un sensore con diagonale di 55mm da ben 102 megapixel. Questo sensore fa della nuova Fuji GFX100 la macchina di questa tipologia con la più alta definizione al mondo.

Sensore e messa a fuoco

Rivolta a un pubblico di professionisti, la Fuji GFX100 si presenta in un corpo simile alle ammiraglie Canon e Nikon, ma con un sensore nettamente più grande. Grazie alla retroilluminazione del sensore si potrà gestire meglio lo scatto in situazioni di scarsa luminosità. I punti di messa a fuoco coprono praticamente il 100% del sensore e sono punti a rilevamento di fase, al posto di quelli a rilevamento di contrasto delle GFX50R/S. I punti a rilevamento di fase permettono un incremento della velocità di messa a fuoco del 210%. Questo sensore infatti supporta il PDAF (3,76 milioni di pixel distribuiti sull’intera superficie) così da offrire una messa a fuoco molto più rapida. L’eye detector permette di non sbagliare mai uno scatto e una funzione integrata ammorbidisce la pelle. E’ presente anche la stabilizzazione a 5 assi, il che rende questa GFX100 la prima medio formato dotata di questa caratteristica.

Reparto video e foto

Presente anche la possibilità di effettuare video in 4k/30p senza crop. Il nuovo processore quad-core “X-Processor 4” (usato anche nelle Fuji xt3) permette di registrare in 4:2:0 e in 4:2:2 con recorder esterno. Il rendering video avviene tramite un sovracampionamento dati equivalente a 50,5 megapixel e supporta il codec H.265/HEVC, e profili F-Log e Hybrid Log Gamma (HLG) così da avere video HDR. Dati definitivamente impressionanti per una macchina del genere. Per essere operativi al meglio la GFX100 è provvista di connettività Wi-Fi 802.11 a 5 GHz in grado di inviare le fotografie velocemente a un PC. Il sensore permette di salvare le foto in RAW a ben 16bit e anche in formato TIFF. Parliamo inoltre di una gamma dinamica di ben 14 stop.

Hardware

Nella parte posteriore della macchina è presente uno schermo LCD da 3,2″ con 3,26 milioni di punti e orientabile in 3 direzioni. Sotto di questo troviamo un piccolo schermo che presenta i dati di scatto. Sulla parte superiore è posizionato uno schermo monocromatico sul quale si possono visualizzare i dati secondari quali iso, tempi, diaframmi, esposizione ecc. Il corpo è interamente fatto in magnesio con battery grip integrato che accoglie due batterie (ognuna delle quali offre una durata di 800 scatti). Da una porta usb-c possiamo decidere di caricare le batterie direttamente senza toglierle dal corpo macchina. Lo slot di alloggiamento memoria può accogliere fino a due schede SD ed è compatibile con le USH-II per maggior velocità.

L’EVF, con una risoluzione di 5,76 megapixel, può essere all’evenienza rimosso, esattamente come le GFX50S/R. La parte posteriore è estremamente pulita e non presenta troppi pulsanti, in modo da rendere il lavoro più efficace e veloce possibile.

Il tutto con un peso di 1,4kg e un prezzo indicativo al pubblico di 11.185 € per un’uscita a Luglio 2019

SourceThe Verge
Andrea Zucchiatti
Ciao! Mi chiamo Andrea e mi piace il mondo della fotografia, specialmente quella di ritratto, ma mi sto appassionando pure a quella di paesaggio, di minimal e di street.

Rispondi

Consigliati dalla redazione

Popolari