Galaxy S10 5G è lo smartphone da battere secondo DxOMark

News Galaxy S10 5G è lo smartphone da battere secondo DxOMark

DxOMark ha recentemente pubblicato la sua recensione del Samsung Galaxy S10 5G, decretandolo il miglior smartphone sotto il punto di vista fotografico.

Le fotocamere del Samsung  Galaxy S10 5g

Il Galaxy S10 5G ha nella parte posteriore quattro fotocamere, fra cui un sensore TOF (Time of flight).
Il sensore TOF permette allo smartphone di creare una mappa di profondità della scena, consentendo così di simulare una ridotta profondità di campo con elevata precisione, anche in video.

La camera principale ha un sensore Sony da 12 Megapixel, con pixel di 1.4µm e un ottica di 26mm equivalenti, con apertura variabile F/1.5-2.4, stabilizzazione ottica dell’immagine e messa a fuoco dual pixel.

La seconda è una camera ultragrandangolare, con un sensore da 16 Megapixel e ottica di 13mm equivalenti, con apertura F/2.2.

La terza ha un sensore da 12 Megapixel, con un ottica di 52mm equivalenti e apertura F/2.4, con autofocus a rilevamento di fase e stabilizzazione ottica dell’immagine.

Il punteggio

Lo smartphone ha ottenuto un punteggio complessivo di 112, 117 per le foto e 100 per i video. S10 5G si posiziona quindi in cima alla classifica stilata da DxOMark, posizionandosi al di sopra del Huawei P30 Pro.

 

Fra i pro evidenziati da DxOMark troviamo:

  • Bilanciamento del bianco ed esposizione accurata, riproduzione dei colori fedele nella maggior parte delle situazioni di utilizzo.
  • Buona gamma dinamica.
  • Autofocus rapido e preciso.
  • Buona resa dell’effetto bokeh.
  • Rumore digitale contenuto.
  • Capacità di riprodurre i dettagli (buona per foto ed eccellente per i video).
  • Stabilizzazione efficace nelle registrazioni a mano libera, registrazioni in 4K impostate di default.

Fra i contro troviamo invece:

  • Alcuni artefatti (ringing, perdita di nitidezza ai bordi dell’immagine, moiré, ghosting)
  • Scarso microcontrasto in diversi test.
  • Alcuni artefatti in modalità bokeh.
  • Perdita di dettaglio in fase di zoom.
  • Problemi di esposizione delle alte luci nelle scene fortemente contrastate.
  • Instabilità nell’esposizione specialmente in condizioni di scarsa luminosità.
  • Perdita di dettaglio nelle condizioni di scarsa luminosità.
  • Instabilità dovute al meccanismo di regolazione della lente durante le operazioni di autofocus.
Lorenzo Antonelli
Sono Lorenzo, ho 18 anni e sono un fotografo di Roma. Sono un fotografo ritrattista e adoro fotografare il paesaggio urbano e cimentarmi in diversi generi fotografici.

Rispondi

Consigliati dalla redazione

Popolari