Il messaggio critico di un artista Turco

Approfondimenti Cronaca Fotografica Il messaggio critico di un artista Turco

Le immagini simboliche composte da Uğur Gallen, giovane artista Turco, stanno facendo il giro del mondo. Gallen pone un occhio molto critico sul mondo osservato da due opposti punti di vista.

La creatività è una dote innata, che ci permette di sfruttare anche soltanto pochi elementi per trarne fuori degli spunti. Osservando a fondo il profilo Instagram di Uğur Gallen, di creatività ne potrete trovare davvero tanta. Si può notare, in modo quasi immediato, il cinismo ironico e critico, che caratterizza lo spirito di questo ragazzo. Attraverso i suoi post, alcuni anche molto satirici, che affrontano tutti i temi del mondo attuale. Da Trump a Mister Bean, Gallen non risparmia nessuno. Composizioni di immagini prese da Internet che, in modo molto veemente, catturano l’attenzione in un mix di ilarità, ma soprattutto di veridicità.

https://www.instagram.com/p/Bsfz4zxBdok/

Ed è per questa veridicità che Uğur Gallen è finito sotto le luci della ribalta della critica mondiale. Una serie di doppie immagini, l’una a completamento dell’altra ci permettono di vivere nello stesso momento sensazioni contrastanti. Molto spesso i soggetti sono bambini, quelli benestanti messi a confronto con quelli del terzo mondo. Tuttavia non sono gli unici personaggi di queste brevi storie della durata di uno sguardo.

https://www.instagram.com/p/BskuDMQBkpB/

https://www.instagram.com/p/BsioaV_B2hc/

https://www.instagram.com/p/BsTLEnDB3oM/

Non sappiamo se sia un vero e proprio progetto, sebbene negli ultimi mesi Uğur Gallen abbia utilizzato moltissimo questa tecnica per i suoi post. Post che sono accompagnati dall’hashtag #ParalelEvrenSavaşBarış, che tradotto dal turco sarebbe “Guerra e Pace, due universi paralleli”. L’intento di Uğur Gallen è chiaro e molto critico, mettere a confronto due realtà che caratterizzano il nostro mondo.

https://www.instagram.com/p/BqUQ9UPBMEg/

La forza delle immagini composte da Uğur Gallen deve essere di ispirazione, affinché noi tutti possiamo contribuire, con la nostra creatività, ad assottigliare la distanza che separa questi due universi. Con la speranza di poter fare a meno della guerra.

Simone Spinedi
Mi chiamo Simone Spinedi, ho 23 anni e sono un fotografo e graphic designer di Roma. Mi piacciono tutte le forme di comunicazione dove puoi esprimerti liberamente.

Rispondi

Consigliati dalla redazione

Popolari