“Ipad pro ha il chip A12X Bionic con Neural Engine. Significa che cambierà il tuo modo di vivere la realtà aumentata, le foto, i giochi e tanto altro. Proprio grazie al chip A12X Bionic, iPad Pro è più veloce della maggior parte dei PC portatili e così potente da gestire non solo le app di tutti i giorni, ma anche quelle pro come Adobe Photoshop CC.”

Come al solito Apple non rinuncia alle sue presentazioni plateali al lancio di un nuovo prodotto, e quello annunciato nell’ultimo keynote di Ottobre, il nuovo iPad Pro 2018, sembra essere un vero gioiellino. Ci sono miriadi di novità, ma noi siamo qui per parlare di fotografia e videomaking, vediamo quindi i punti, nei loro difetti e nelle loro potenzialità, che possono rendere questo nuovo iPad una macchina da lavoro nel nostro campo, ma anche impedirgli di esserlo.

  • Hardware

All’hardware di questo iPad non manca nulla: il chip A12X è il più potente mai installato su un dispositivo dell’azienda californiana, ha tutte le carte in regola per tenere testa alla maggior parte dei portatili presenti sul mercato, per reggere un videoediting in 4k ed anche per software potenti come anche Photoshop. Si: Photoshop CC, avete capito bene. Inoltre è disponibile uno spazio di archiviazione che arriva fino ad un terabyte!

Apple Chip A12

  • Software

La forza bruta del processore ha tuttavia bisogno di una valida controparte software. Quello di iPad rimane iOS, attualmente iOS 12, che ha un problema innegabile: è un software per dispositivi mobili! Non che questo sia un problema, anzi, è graficamente piacevole, intuitivo, semplice e veloce: ma ha anche delle grandi carenze per una macchina da lavoro. Ci sono, per esempio, parecchi problemi con la visualizzazione di file esterni che iOS non supporta. Ma la mancanza forse più grave è quella di un file manager, uno spazio dove tenere i file, come può essere il finder su macOS, a parte lo spazio “foto” per file multimediali. Ma iOS è in continuo aggiornamento e non possiamo trarre conclusioni al riguardo, ora come ora.

  • Display e risoluzione

Il nuovo device della gamma pro è uscito in due versioni: quella da 11′‘ e quella da 12,9”,  con una risoluzione di 2388×1668 per il modello da 11” e di 2732×2048 per quello da 12,9”, su un display liquid retina, grande quindi quasi come quello di un portatile, anche grazie alla riduzione dei bordi. Inoltre su questo nuovo schermo abbiamo un refresh rate di 240hz, che lo rende fluidissimo e fulmineo nella risposta al tatto. Un display che non ha nulla da invidiare a quello di un portatile, ma, come vedremo nel punto successivo, non saremo comunque limitati al solo utilizzo dello schermo integrato.

iPad Pro 2018

  • L’USB-C

Eh si: sulla cornice di questo nuovo iPad avremo finalmente la porta universale, l’USB-C. Questo, può non sembrarlo, ma è uno dei più grandi progressi di questo nuovo device. Questa piccola porta ne apre un infinità di altre, l’iPad è infatti connettibile con tutto. Per fare un esempio che interessa noi fotografi e videomakers, tramite la porta USB-C è possibile connettere l’iPad alla fotocamera, eventualmente usarlo per ricaricarla, ed a monitor, anche 5k.

iPad Pro 2018

  • L’utilizzo

Riguardo la comodità d’utilizzo si apre un capitolo tutto nuovo. iPad ovviamente rimane con uno schermo touch, ma ha anche tool esterni migliorati per un utilizzo pro. La nuova Apple Pencil è completamente rinnovata, molto più sensibile e precisa, per il disegno ricrea gli effetti di vere penne e matite tramite l’inclinazione. Questa matita smart è sicuramente comodissima nelle app di grafica, ma è sicuramente indispensabile per un utilizzo rapido e migliore nei software di post produzione video e foto.Nuova Apple Pencil

Per la scrittura invece c’è la nuova Smart Keyboard Folio, una tastiera che funge anche da custodia per proteggere l’iPad. Tutti questi tool collegati magneticamente al device. Inoltre sono presenti moltissime nuove gesture che velocizzano l’uso del device, ed anche quello dei software più potenti. Tuttavia, è si possibile utilizzare una tastiera se connettiamo il dispositivo ad un monitor, ma non è possibile connettere un mouse e va per forza utilizzato lo schermo touch.

  • Programmi

Sono disponibili sull’iPad le applicazioni di post produzione foto che erano già presenti sui modelli precedenti. Queste rappresentavano già una valida alternativa ai software pro presenti su dekstop per un editing intuitivo e veloce. Fra questi troviamo i programmi di Adobe per mobile ed anche Affinity Photo, per fare un esempio conosciuto e valido. Come accennato nel punto sul processore, è ufficiale: nel 2019 arriverà Photoshop CC su iPad. Intanto attendiamo con ansia per vedere come Adobe ed Apple ottimizeranno il programma per il dispositivo. Il chip A12X è anche in grado di reggere un videoediting in 4K.  I programmi però rimangono il classico iMovie e altre app di terze parti, che non possono sicuramente eguagliare un software pro. Non escludiamo comunque l’arrivo in futuro, magari con un prossimo iOS o iPad, di programmi di post produzione video più completi.

  • La fotocamera

iPad Pro ha due  fotocamere con Smart HDR. Quella esterna, da 12MP, fa  foto e video 4K. Quella frontale, invece, è una fotocamera TrueDepth per selfie in modalità ritratto.

  • Dimensioni e Comodità

Il nuovo iPad racchiude tutta la sua potenza in  5,9mm di spessore e 500g. È quindi più sottile e leggero di qualsiasi altro portatile e davvero comodo per un utilizzo in mobilità. Per esempio, durante un’uscita fotografica, immaginatevi la comodità di scattare, importare sull’iPad le foto e poterle direttamente guardare bene sul display liquid retina e, perché no, buttarle su Photoshop ed editarle. In più la batteria ci viene incontro, con un utilizzo che può durare praticamente un giorno, se non si fanno lavori pesantissimi.

  • Prezzo

Veniamo alla parte meno piacevole: il prezzo. Per tenere in mano questa prodigiosa tavoletta dovrete sborsare da 899€, per la configurazione minima, fino ad oltre 2000€ per a configurazione massima compresa di Apple Pencil.

In conclusione, può sostituire una macchina da lavoro?

Beh, a mio parere, no. Non è sicuramente un dispositivo equiparabile, rimanendo nella sua famiglia, ad un Macbook Pro. Non perchè questo iPad non sia valido, ma sicuramente è  un device completamente diverso da un computer. Senza dubbio rimane il migliore dei tablet. Tuttavia è un device appena nato ed in futuro verrà sicuramente aggiornato e migliorato. Poi ovviamente dipende tutto dall’utilizzo che si fa di questo device la sua validità. iPad pro 2018 Rimane quindi un dispositivo valido, soprattutto in fotografia e videomaking, ma va affiancato da una macchina più completa.

Rispondi