Pannelli riflettenti e diffusori: quali scegliere e a cosa servono

Guide Pannelli riflettenti e diffusori: quali scegliere e a cosa servono

Perché investire sui Pannelli riflettenti?

Nella fotografia manipolare o gestire la luce è fondamentale, poiché ci permette di controllare il risultato finale dello scatto.
Per far ciò, il fotografo, può avvalersi di molti strumenti utili per creare o modificare la luce.
In questo articolo andremo a parlare dei Pannelli riflettenti, i quali rappresentano la soluzione più semplice ed economica per iniziare a giocare con la luce.

Cosa sono?

I pannelli riflettenti sono degli strumenti che permettono al fotografo di gestire facilmente la luce. Sono composti da un telaio pieghevole al quale viene cucito un disco costituito da una membrana plastica e traslucida che copre tutta la superficie. Questa membrana permette quindi alla luce di essere filtrata e di incidere sul soggetto in maniera più morbida.

Possono avere forma circolare o ovale e come dimensione possono essere rispettivamente dai 30cm ai 110cm di diametro e dai 60x90cm ai 100x150cm.

In entrambe le tipologie possiamo trovare pannelli dalle dimensioni molto generose, tuttavia vengono spesso utilizzate in ambienti statici e più professionali.

Tutti i pannelli sono provvisti anche di un rivestimento dorato, argentato, bianco e nero, il quale essendo intercambiabile è possibile sostituirlo velocemente in base alle nostre necessità. Grazie a questi rivestimenti è quindi possibile riflettere la luce.

A cosa servono?

Come già accennato prima, i pannelli fungono sia da diffusori (luce più morbida) sia da riflettori (luce di rimbalzo), in base a come vengono rivestiti.

Trovano il loro utilizzo in generi come il ritratto, in esterna o in studio e in ambito di produzione video.

Permettono di scattare in orari o in situazioni di luce dura (usando il diffusore), o di avere una seconda fonte di luce (usando i riflettori).

Quali scegliere?

Come detto poc’anzi, ci sono vari tipi e varie dimensioni di pannelli.

I circolari sono i più diffusi e facili da trasportare. Possono essere utilizzati per primi piani o mezzi busti.

Gli ovali sono leggermente più “scomodi” da trasportare, parlando di grandi dimensioni. Il loro utilizzo uguale ai diffusori circolari, ma in più offrono, per la loro forma allungata, una luce che può coprire una figura intera.

I migliori rapporto qualità/prezzo consigliati dalla redazione

Circolari:

Ovali:

Test Neewer 80cm Circolare

Diffusore:

Teli Riflettenti:

Jacopo Urbani
Sono un fotografo di Roma, ho 20 anni e mi occupo di reportage e ritratti.

Rispondi

Consigliati dalla redazione

Popolari